Contattami

Vi contattiamo con piacere!

Concerto di Capodanno - 'A WALZER MUST BE'

Solo due anni dopo che Franz Lehár si era catapultato al vertice dei compositori di operette con la sua "Vedova allegra", Leo Fall, nato a Olomouc, in Moravia, solo tre anni più giovane, lanciò una carriera nel 1907 con due celebri operette che al loro apice non erano affatto inferiori a quelle del suo concorrente. Le sue prime due commedie di successo - "Der fidele Bauer" (Il contadino fedele) e "Die Dollarprinzessin" (La principessa del dollaro) - stabilirono il tono per la gamma tra la commedia popolare sdolcinata e la commedia satirica da salotto che sarebbe rimasta caratteristica del lavoro successivo di Fall. Fu soprattutto con la prima direzione che contrappose alle operette cosmopolite e metropolitane di Franz Lehár, Emmerich Kálmán o Paul Abraham la propria, inconfondibile alternativa. E invece di indulgere in un ampio suono orchestrale come i suoi colleghi o di oscillare in ritmi scattanti del Nuovo Mondo, Fall si è affidato interamente a un suono orchestrale cesellato e trasparente, con l'aiuto del quale la sottile ironia - interamente nel senso dell'inventore dell'operetta, Jacques Offenbach - filtra dal testo nella musica: lì il clarinetto ride, i violini scattano, l'ottavino ridacchia. E anche se le operette di Falls ci portano in ambienti molto diversi - dalla Tessaglia ("Der liebe Augustin") a Parigi ("Madame Pompadour") a Istanbul ("Die Rose von Stambul") - il compositore rimane musicalmente molto legato alla sua casa adottiva di Vienna. Grazie al suo ingegno e alla sua maestria compositiva, ha dato al valzer viennese la sua ultima grande fioritura. Ecco perché il motto del Bosforo è: "Deve essere un valzer"!
Segnalibro

Possibile acquisto biglietti online

Vai al sito Web dei biglietti

Concerto di Capodanno - 'A WALZER MUST BE' - Erl

Solo due anni dopo che Franz Lehár si era catapultato al vertice dei compositori di operette con la sua "Vedova allegra", Leo Fall, nato a Olomouc, in Moravia, solo tre anni più giovane, lanciò una carriera nel 1907 con due celebri operette che al loro apice non erano affatto inferiori a quelle del suo concorrente. Le sue prime due commedie di successo - "Der fidele Bauer" (Il contadino fedele) e "Die Dollarprinzessin" (La principessa del dollaro) - stabilirono il tono per la gamma tra la commedia popolare sdolcinata e la commedia satirica da salotto che sarebbe rimasta caratteristica del lavoro successivo di Fall. Fu soprattutto con la prima direzione che contrappose alle operette cosmopolite e metropolitane di Franz Lehár, Emmerich Kálmán o Paul Abraham la propria, inconfondibile alternativa. E invece di indulgere in un ampio suono orchestrale come i suoi colleghi o di oscillare in ritmi scattanti del Nuovo Mondo, Fall si è affidato interamente a un suono orchestrale cesellato e trasparente, con l'aiuto del quale la sottile ironia - interamente nel senso dell'inventore dell'operetta, Jacques Offenbach - filtra dal testo nella musica: lì il clarinetto ride, i violini scattano, l'ottavino ridacchia. E anche se le operette di Falls ci portano in ambienti molto diversi - dalla Tessaglia ("Der liebe Augustin") a Parigi ("Madame Pompadour") a Istanbul ("Die Rose von Stambul") - il compositore rimane musicalmente molto legato alla sua casa adottiva di Vienna. Grazie al suo ingegno e alla sua maestria compositiva, ha dato al valzer viennese la sua ultima grande fioritura. Ecco perché il motto del Bosforo è: "Deve essere un valzer"!

Linked accommodations

Linked accommodations

Linked accommodations

La seguente manifestazione potrebbe essere di vostro interesse

Condividi questo con
i tuoi amici

Segnalibro
GuestcardErmäßigung und Vorteil
mit der KufsteinerlandCard:
10% discount on tickets and 1 glass of sparkling wineAlle Vorteile auf einen Blick mit der KufsteinerlandCard

Vi preghiamo attendere

Le informazioni vengono visualizzate…